LA SALA LA CUCINA LA CANTINA EVENTI LOCATION FOTOGALLERY CONTATTI
                             
 
 
 
 
POR CAMPANIA 2000- 2006
Asse 2 - Risorse Culturali
Misura 2.2
PROVINCIA DI AVELLINO
UNIONE EUROPEA
 
 
 
 
LOCATION
Sulla base di attendibili fonti storiche, la nascita di Grottaminarda risale alla fine del secolo VIII.

Originariamente il nucleo abitativo era costituito dal rione fratta e dalla cripta, cioè dalla Grotta di Sant’Angelo, il santo caro ai longobardi, che fu edificata insieme al suo campanile con il riutilizzo di pietra di epoca romana.

I longobardi occuparono questo territorio e fondarono un paese al quale diedero il nome di “Cripta” dal quale poi derivo il nome del paese di “Grotta”.
Nel 1211 divenuti feudataria i D’Acquino, nella persona di Landolfo, al nome di Grotta si aggiunse “Minarda” .

Il centro storico della “Fratta”,  ha indubbiamente un enorme volare storico e culturale.
L’antico rione medievale faceva da sfondo al castello, con i suoi vicoli, stradine,molte delle quali senza uscita, e con le sue piccole dimore che testimoniano il segno di una civiltà tipicamente contadina e artigianale.
Da visitare la Chiesa Madre, quella di Santa Maria Maggiore, edificata su disegno di vanvitelli dal Mastro Ciriaco Silva di Mercogliano, con affreschi del Volpe, mentre all’esterno si puo ammirare il campanile vanvitelliano, segno di profonda abilità artistica.

Non bisogna dimenticare la celebre “Fontane del Re” , opera realizzata nel 1600, non che la Chiesa di San Tommaso D’Acquino, in cui sono esposti il gruppo ligneo della Pietà ed il busto di San Tommaso (XVII secolo).

Degno di nota è, anche, il Santuario di Carpignano.
Il Reggio Tratturo Pescasseroli-Candela
Il Regio tratturo Pescasseroli - Candela è una delle strade più antiche d'Italia. Il suo millenario arco vitale ha inizio in epoca preistorica. È la grande "via d'erba" che nel corso dei secoli ha permesso agli uomini di praticare la transumanza delle greggi dall'Abruzzo alla piana pugliese.

Il Regio tratturo nasce sul confine fra Gioia e Pescasseroli in provincia dell'Aquila alle sorgenti del fiume Sangro, attraversando l'Abruzzo, il Molise, la Campania e la Puglia, termina il suo percorso al Pozzo di S. Mercurio a Candela (Fg). Lungo 114 miglia e 636 passi, per una larghezza originaria di 111.60 metri, nel territorio della provincia di Avellino tocca, fra gli altri, i comuni di Casalbore, Montecalvo Irpino, Ariano Irpino, Villanova del Battista e Zungoli. Con le greggi i pastori viaggiavano a piedi, attraversando territori sempre diversi, da una regione all'altra arricchendosi di esperienze, di incontri e di conoscenze.

Il fenomeno della transumanza dalla montagna al piano si è protratto fino alla metà del ventesimo secolo, anche se in quantità ridotta rispetto ad un tempo. Ancora oggi il Tratturo è interamente percorribile.
 
 
 

Su questi antichi percorsi sono oggi presenti attività nei settori dell'artigianato tradizionale e restauro, del commercio, della ricettività e dell'enogastronomia, con la riscoperta di prodotti tipici provenienti da una millenaria tradizione, che fanno del Regio Tratturo un incantevole itinerario turistico - sportivo da percorrere a cavallo, a piedi, in mountain bike o in fuoristrada.

 
Grottaminarda, Il Reggio Tratturo Pescasseroli-Candela, Valle dell'Ufita,

 
 
 
Homepage | La Sala | La Cucina | La Cantina | Eventi | Location | Contatti | Photogallery +39 0825 445051 info@hirpinus.it
 
 
© 2012 - All rights reserved - Ristorante Hirpinus - in Grottaminarda (Avellino) | p.iva 02393980640
designed Web Agency / Creazione e Realizzazione Siti Web /  comunicazione Aziendale / Grottaminarda Avellino e-direct.it